La Val di Zena


La Val di Zena (immagine presa da http://www.montagnabolognese.it ) La Val di Zena è una piccola vallata della provincia di Bologna percorsa dal piccolo e omonimo torrente, che nasce in comune di Loiano (Bo) e termina in comune di San Lazzaro di Savena (Bo). Il torrente Zena nasce dalle colline a nord del crinale situato fra Loiano e la sua Frazione Quinzano e dopo un breve percorso si immette nell'Idice a San Lazzaro di Savena, in località Pizzocalvo. La Val di Zena è percorsa da una strada per 3/4 fondovalle composta per i primi 16 Km. dalla S.P. 16 Val di Zena (Km. 0 loc. La Pulce di San Lazzaro di Savena, Km. 16 fraz. Zena di Pianoro) e per i successivi da strade comunali dei comuni di Pianoro e Monterenzio, fino a raggiungere, inerpicandosi l'abitato di Quinzano (Loiano). Oltre alla Pulce e a Quinzano, i principali centri abitati attraversati sono quelli di Farneto, San Salvatore di Casola (o Botteghino di Zocca) e Zena. Farneto è frazione di San Lazzaro, mentre le altre due località sono frazioni del comune di Pianoro. Botteghino ha visto negli anni '80 e '90 una certa espansione edilizia, anche per la vicinanza a San Lazzaro e Bologna, mentre gli altri centri della vallata sono rimasti pressoché stabili, ad eccezione della Pulce. In tutta la valle abbiamo la presenza di una natura poco contaminata, data anche dalla presenza non ingombrante dell'agricoltura e la quasi totale assenza di attività produttive e cave di estrazione, anche se presto la vallata sarà attraversata dal Treno ad Alta Velocità. Il Parco dei Gessi Bolognesi e dei Calanchi dell'Abbadessa ha sede proprio in Val di Zena, presso le grotte del Farneto, punto di incrocio fra Parco e Valle.