Borghi antichi: Tazzola

Pianoro (BO)


Tazzola è una borgata situata nella campagna bolognese, ai piedi dei colli che separano Bologna da Imola, a circa 15 km dal centro della città. La sua posizione sulla linea gotica ha segnato la storia della zona durante la Seconda Guerra Mondiale. L'origine del nome "Tazzola" è incerta, ma si suppone che derivi dalla presenza di un pozzo ("tazzuola" in dialetto bolognese) o di una vecchia torre di avvistamento ("tazza" in dialetto).

La borgata è composta da poche case e dal vecchio convento delle monache, ora adibito ad abitazione privata. L'ex convento di Tazzola, costruito in epoca medievale, è uno dei pochi edifici storici della zona. L'edificio è stato abitato dalle monache fino al XIX secolo e oggi ospita una famiglia. Nelle vicinanze si trova una chiesetta campestre dedicata alla Madonna del Rosario, costruita nel 1952.

Uno dei luoghi più caratteristici di Tazzola è il museo dei botroidi, situato in una vecchia stalla ristrutturata. I botroidi sono sassi modellati dal vento e dall'acqua, che hanno assunto forme antropomorfe e zoomorfe. Il museo, che raccoglie una vasta collezione di botroidi, offre una suggestiva esperienza tra arte e natura.

 

Tazzola è anche famosa per la sua cultura gastronomica, in particolare per la sagra della porchetta che si tiene ogni estate. La porchetta, un piatto tipico dell'Emilia-Romagna, è un arrosto di maiale farcito con aglio, rosmarino e altre spezie. Durante la sagra, la porchetta viene cucinata secondo la tradizione, e accompagnata da pane e vino locale.

Nonostante la sua piccola dimensione, Tazzola offre molte opportunità per escursioni nella natura, come la passeggiata lungo il fiume Savena o la salita ai colli circostanti. Grazie alla sua posizione privilegiata e alla sua storia, Tazzola è un luogo ideale per una gita fuori porta alla scoperta della campagna bolognese e della cultura gastronomica dell'Emilia-Romagna.

Tazzola

il libro sul Monte delle Formiche